Rabarbaro: un ortaggio dalle foglie grandi e dal gambo lungo

rabarbaro

Verdura primaverile acida con grandi foglie larghe e gambi spessi, sapore simile al limone, ma anche migliore. Chi non ha ammollato i gambi di rabarbaro nello zucchero… Sogno una torta al rabarbaro che farò oggi! 

In questo articolo, diamo un'occhiata da dove viene il rabarbaro; come crescono; quali sono i loro tipi e, naturalmente, deliziose ricette al rabarbaro. 

Storia del rabarbaro

Il rabarbaro è originario dell'Asia, ma nel 1600 fu introdotto in Europa e poco dopo in America. Cresce in zone con climi più freschi, rendendolo popolare nei giardini del nord. Il rabarbaro è facile da coltivare, ma ha bisogno di un periodo di dormienza per svilupparsi davvero e produrre un'enorme quantità di steli.

Gli steli sono l'unica parte commestibile della pianta di rabarbaro. Bollirli ha un gusto ricco e succoso. Le foglie della pianta di rabarbaro sono tossiche: contengono un irritante chiamato acido ossalico, quindi assicurati che non vengano ingerite.

La cosa meravigliosa del rabarbaro è che lo producono da molti anni. Per questo motivo, il rabarbaro dovrebbe essere piantato in qualsiasi angolo del tuo giardino. Cresce bene in terreni arricchiti con grandi quantità di letame o compost, quindi alcuni giardinieri lo pianteranno anche nelle vicinanze o all'interno del loro compost

Piantagione di rabarbaro

piantina di rabarbaro

Il rabarbaro viene piantato all'inizio della primavera non appena il terreno è operativo. Il rabarbaro può essere piantato anche in autunno dopo la pace.

Le piantine di rabarbaro vengono piantate da aprile ad agosto: le piante hanno bisogno di tempo per mettere radici. L'umidità è un fattore molto importante per il successo della coltivazione del rabarbaro: deve essere abbondantemente annaffiato con tempo asciutto. Se l'irrigazione è difficile da fornire. Se le piante vengono annaffiate e hanno ricevuto abbastanza nutrienti, la piantagione produrrà per almeno 10-12 anni.

Per la coltivazione del rabarbaro, un luogo pulito dalle erbacce e riscaldato il più rapidamente possibile in modo da ottenere un raccolto anticipato. Va ricordato che le grandi e larghe foglie di rabarbaro forse come ottimo decoro e aggiunta ad un'aiuola o giardino. 

Il terreno più adatto è sciolto, permeabile all'acqua, ricco di humus, sabbioso o argilloso con un pH di 5,5-6,5. Il rabarbaro ha bisogno di molti nutrienti, quindi il campo deve essere accuratamente fertilizzato con fertilizzante organico, sovescio e anche fertilizzante complesso come fertilizzante di base prima della semina. È meglio usare letame riccamente decomposto prima di piantare il rabarbaro. Il compost o la torba vengono utilizzati per aumentare il contenuto organico. Il posto per piantare il rabarbaro dovrebbe essere preparato a una profondità di 30 - 40 cm (strato arabile) nell'autunno dell'anno precedente.

I luoghi aperti e ben illuminati sono i più adatti per la coltivazione del rabarbaro. Nei piccoli giardini, il rabarbaro può essere coltivato anche sotto gli alberi se riceve abbastanza luce.

Piantato per tutta l'estate - se ci sono più piantine o viene piantata un'area più ampia, è necessario garantire una distanza di crescita di almeno 1,2-1,5 m. Ogni rabarbaro dovrebbe fornire circa 2 m2 la zona.

Effetti sulla salute del rabarbaro

Il rabarbaro è un ottimo alimento per chi è a dieta perché è molto povero di calorie, ma è ricco di fibre. Il rabarbaro contiene circa la stessa quantità di fibre di mele, arance e sedano: due grammi per ogni 100 grammi di una pianta. 100 grammi di rabarbaro contengono solo 116 calorie.

Il rabarbaro è ricco di vitamina K1: 100 grammi di pianta contengono circa dal 26 al 37 percento della dose giornaliera raccomandata di vitamina. Contiene anche parecchio calcio, ma dato che questa pianta è anche molto ricca di acido ossalico, non farà bene all'organismo.

La fibra del rabarbaro ha un effetto positivo sul livello di colesterolo nel sangue - riduce la quantità del cosiddetto colesterolo "cattivo". È vero, qualsiasi prodotto con un alto contenuto di fibre ha un effetto simile. La fibra del rabarbaro non è diversa da quella che si trova in altre piante.

Questa pianta contiene anche preziose vitamine P, C, A, B, pectina, da minerali - potassio, fosforo, magnesio, ferro e alluminio (queste ultime sostanze in quantità tali da non causare avvelenamento).

Ricorda che non è consigliabile mangiare una quantità illimitata di rabarbaro. Un uso eccessivo può avere una serie di effetti collaterali spiacevoli e persino pericolosi. Ma ora sappiamo tutti che tutto deve essere usato con Meru.

13 migliori varietà di rabarbaro

varietà di rabarbaro - azione pantofola
  • Rosso ciliegia
  • Scimpanzé Canadian Red
  • rosso cremisi
  • vino tedesco
  • Glaskin eterno
  • Hardy Tarty
  • Holstein sanguinante
  • KangaRhu
  • Principe Alberto
  • A strapiombo sul fiume
  • Alba
  • Temporaneamente veloce 
  • Viktorija

Fatti sul rabarbaro

  • Il nome binomiale del rabarbaro è Rheum rhabarbarum - l'epiteto specifico deriva dal latino e significa "radice barbarica".
  • Le foglie di rabarbaro sono velenose, sono piene di più acido ossalico di quanto uomini e animali possano tranquillamente consumare. Piccole quantità di acido ossalico si trovano negli steli che mangiamo - a causa dell'acidità, il rabarbaro ha un "tandex". (Troverete anche piccole quantità di acido ossalico nell'acetosa e negli spinaci).
  • Contrariamente alla credenza popolare, sebbene le foglie di rabarbaro siano velenose, possono effettivamente essere compostate. Gli acidi in essi contenuti si decompongono proprio come qualsiasi altra sostanza chimica naturale presente nelle piante e non causano tossicità da compost.
  • Il rabarbaro è una pianta perenne. Ed è resistente al freddo. Proprio come guidarci sopra in un camion. Oppure accendi. E può anche sopravvivere a queste cose.
  • Il rabarbaro è un ortaggio botanico, ma in cucina lo trattiamo come la frutta e spesso lo mangiamo nei dolci. Nel 1947, gli Stati Uniti gli diedero il nome legale di "frutta" per evitare gli alti dazi imposti sugli ortaggi importati.
  • Il rabarbaro è talvolta chiamato la "pianta della torta". Tutti hanno mai mangiato una torta al rabarbaro (o meglio ancora, una torta al rabarbaro alla fragola).
  • Nel rabarbaro, il rosso è associato alla presenza di antociani, le stesse sostanze chimiche che in autunno fanno diventare rosse le foglie di alcune latifoglie.
  • La radice di rabarbaro è stata usata come lassativo nella medicina cinese per migliaia di anni.
  • Se ti piace tingere i tessuti con coloranti vegetali naturali, le foglie di rabarbaro sono un buon mordente (basta maneggiarle con molta attenzione!). Le radici diventeranno marroni.
  • Conserva i gambi di rabarbaro raccolti in frigorifero e usali il prima possibile. Il rabarbaro si congela bene.
  • Non raccogliere il rabarbaro al caldo, poiché i gambi appassiranno rapidamente.
  • Quando si tratta di raccogliere il rabarbaro: tirare o tagliare? Trascina sempre! Se gli steli vengono tagliati, può contribuire a marcire. Non è consigliabile prendere più della metà della pianta alla volta gambi.

Ricette al rabarbaro 

pane al rabarbaro

Shashlik marinata nel succo di rabarbaro
Torta al rabarbaro
Focaccia al rabarbaro
Tè freddo al rabarbaro

cerca ricette più simili e diverse nella sezione - ricette!

Come preparare il rabarbaro per l'inverno?

Il rabarbaro per le scorte invernali può essere preparato con l'inscatolamento, come marmellata o composta.

Tuttavia, se vuoi mantenere il gusto e la consistenza del vero rabarbaro, puoi anche congelarli. Il primo passo è scegliere i gambi di rabarbaro adatti al congelamento: sodi, ma croccanti. I gambi di rabarbaro, già leggermente avvolti, non saranno adatti al congelamento. Se il rabarbaro deve essere congelato subito dopo la raccolta, le foglie vengono tagliate, ma se devono essere conservate in frigorifero per un altro giorno o due prima di essere congelate, i gambi di rabarbaro vengono lasciati ad un'altezza di circa cinque centimetri. Questo è necessario affinché i gambi di rabarbaro non si secchino.

Quando il rabarbaro viene schiacciato, le estremità vengono tagliate per prepararle al congelamento. Quindi tagliateli a pezzi di 2-4 centimetri e sciacquateli sotto l'acqua corrente fredda. Strofinare i pezzi di rabarbaro in uno scolapasta e lasciarli asciugare per almeno 20 minuti per mantenerli asciutti e puliti.

Quindi strofinare i pezzi di rabarbaro in contenitori o sacchetti congelati. Importante: il rabarbaro deve essere secco per evitare la formazione di cristalli di ghiaccio. Quando il rabarbaro viene riempito in piatti o sacchetti, vengono riposti nel congelatore e congelati rapidamente.

Il congelamento del rabarbaro può vanificare la domanda: devono essere pelati in anticipo? Se lo si desidera, può essere fatto, ma i pezzi di rabarbaro manterranno meglio la loro forma se non pelati. I pezzi di rabarbaro pelati dopo lo scongelamento tendono a rompersi fibre.

rispondere